“Gurudakshina è una via verso la prosperità, il potere di autosufficienza e la fiducia di ogni molecola del tuo essere. Non è solo molto, molto spirituale; è un dono simile a quello di Dio. Anche se Dio ci dà tutto, quando diamo così tanto nel Suo Nome al nostro Sé superiore, si chiama Gurudakshina. Non appartiene a un uomo; appartiene a un vero Maestro. Questo è il kriya che fa di un maestro un Maestro”. – Yogi Bhajan Yogi Bhajan ha insegnato che ci deve essere uno scambio di energia per ricevere gli insegnamenti yogici. Egli ha detto che questo si basa su un antico insegnamento: a mani vuote si viene, a mani vuote si va. Era solito anche far cadere banconote da un dollaro nel parcheggio dove insegnava, in modo che i suoi studenti hippy potessero ‘pagare’ per la classe.

Das Vandh significa condividere un decimo di quello che si guadagna. Questa è una pratica popolare in molte tradizioni spirituali, come un modo per riconoscere che tutta la nostra prosperità viene da Dio.

Yogi Bhajan ha fatto un passo avanti per gli insegnanti di Kundalini Yoga. Ha insegnato che l’11% di ciò che si guadagna con l’insegnamento deve essere restituito alla fonte degli Insegnamenti – potrebbe essere la vostra NKYTA locale, o la Biblioteca degli Insegnamenti o un’altra organizzazione no-profit della famiglia 3HO. Questa donazione si chiama Gurudakshina. In questo modo, la nostra comunità viene sostenuta per crescere, per investire in progetti che aiutano a sviluppare gli insegnamenti e per essere prospera.  

Photo credit: Alexia Adamski France

Yogi Bhajan
“Gurudakshina è una via verso la prosperità, il potere di autosufficienza e la fiducia di ogni molecola del tuo essere. Non è solo molto, molto spirituale; è un dono simile a quello di Dio. Anche se Dio ci dà tutto, quando diamo così tanto nel Suo Nome al nostro Sé superiore, si chiama Gurudakshina. Non appartiene a un uomo; appartiene a un vero Maestro. Questo è il kriya che fa di un maestro un Maestro”. – Yogi Bhajan Yogi Bhajan